La settima stagione del Trono di Spade è qui!  L’anno scorso, in attesa della prima puntata, non si stava piu’ nella pelle per scoprire se Jon Snow fosse veramente “morto”. In queste settimane il vero dilemma riguardava il numero di puntate che ci separano dalla fine e se HBO stesse davvero pensando ad un prequel.

Partiamo dalla domanda piu’ importante: quanti episodi mancano alla fatidica parola FINE?

Per qualche tempo sono circolate delle voci che sembravano confermare la produzione di 15 episodi, ma ad oggi si puo’ affermare con sicurezza che ne manchino solo 13! 7 nell’attuale settima stagione e 6 nella prossima che sara’ mandata in onda nel 2018 o 2019 (ecco il prossimo segreto da svelare!).

Il discorso che riguarda i prequels e’ molto piu’ complicato. L’unica cosa che sappiamo e’ che delle squadre di sceneggiatori stanno lavorando sullo sviluppo di 4 o forse 5 serie tv che raccontano le vicende accadute prima dell’inizio del Trono di Spade e che sicuramente George R. R. Martin e’ parte attiva di ognuna. L’influentissimo giornale The Hollywood Reporter ha intervistato Casey Bloys, presidente dei programmi di HBO, che ha fornito molti, ma alquanto fumosi dettagli. Quindi non ci resta che aspettare…

Perciò, nel frattempo, ho pensato di distrarmi con la cucina! Ho preparato la rielaborazione di una profumatissima ricetta che si trova in un meraviglioso libro “A Feast of Ice and Fire” scritto da due mie colleghe blogger Chelsea Monroe-Cassel e Sariann Lehrer che ripropone le migliori ricette estratte dalla saga di Martin. Purtroppo, per adesso il ricettario e’ consultabile solo in inglese e spagnolo, ma speriamo che presto arrivi anche in Italia. Questa ricetta si trovava sul mio blog Calde Delizie.

E’ uno dei dolci preferiti della piccola Arya

“Ignorandolo prese una TORTA e si mise a mangiarla sulla strada. Era traballante, ripiena di NOCI TRITATE, FORMAGGIO E FRUTTA ed era ancora calda. Una volta mangiata, la torta Deser Armory fece sentire Arya coraggiosa ’Piedi nudi, piedi scalzi, piedi leggeri’, cantava. ‘Io sono il fantasma di Harrenhal’.” A Clash of Kings.

Titolo: Tortine con Noci, Frutta e Formaggio da Trono di Spade

Registe: Chelsea Monroe-Cassel and Sariann Lehrer

Cast degli ingredienti 🙂

2 fogli di pasta sfoglia, 2 bicchieri di vino rosso, 150gr di miele, 1 uovo, 2 mele, 170gr di caprino, succo di 1/2 limone, un pizzico di salepepenoci tritate.

INT. CUCINE DI HARRENHAL — MATTINA PRESTO

La cuoca di Harrenhal scioglie in un pentolino il miele all’interno del vino rosso, porta ad ebollizione e con un schiumarola toglie la schiuma formata per avere un liquido chiaro. Si lascia il liquido raffreddare in modo che abbia la consistenza di uno sciroppo rosso sangue.

Utilizzando un coltello (o nel 2017 un coppapasta..) si tagliano 10 cerchi di pasta sfoglia tutti della stessa grandezza, poi con un coppapasta di grandezza leggermente inferiore si creano dei cerchi piu’ piccoli all’interno di solo 5 di essi.

Il segreto e’ formare una coroncina di pasta con la parte eccedente (vedi foto) e trasferire le tortine sulle 5 restanti basi arrotolando ulteriormente il bordo per dare piu’ sostanza alla base.

La cuoca di Harrenhal bucherella con una forchetta, spennella con un uovo sbattuto e mette fuori dalla finestra (quella del 2017 mette in freezer per trenta minuti!).

INT. CUCINE DI HARRENHAL — CONTINUA

Nel frattempo le mele vengono tagliate a cubetti dopo averle spelate e si mescola bene il formaggio caprino con il succo di limone e un pizzico di sale.

INT. CUCINE DI HARRENHAL — 30 MINUTI DOPO

Quando le tortine saranno congelate si riempiono con la crema di formaggio, i cubetti di mela e si spolverano con abbondante pepe e noci.

INT. CUCINE DI HARRENHAL, FORNO — 180 C PER 30/35 MINUTI

Le tortine cuociono in forno preriscaldato a 180 gradi per 30/35 minuti.

INT. CUCINE DI HARRENHAL — CONTINUA

La cuoca di Harrenhal mette le tortine a raffreddare sul bancone. Una mano le afferra, lasciando una scia di goccioline rosse…di sciroppo…

GODETEVI LA SETTIMA STAGIONE DEL TRONO DI SPADE!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This post is also available in: Inglese